Torna sul portale di Antigone.it

Casa Circondariale di Mistretta (Chiuso)

CASA CIRCONDARIALE DI MISTRETTA  

maschile

Via Libertà, 116

Tel. 0921 381085     E mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

dislocazione urbana

Tribunale e Ufficio di Sorveglianza di riferimento:   Messina

CSSA di riferimento:  Messina

 

NODI IDENTIFICATIVI E PROBLEMATICI

La casa circondariale si trova nel centro abitato della gradevole cittadina.

La struttura è molto piccola e raccolta. Vi è un alto tasso di umidità e trovandosi in una località montanara ed in ogni caso molto elevata rispetto al livello del mare, risulta fredda. Quasi tutti gli inverni nevica, ciò comporta dei notevoli problemi di collegamento con le strutture strettamente connesse all’istituto. L’unico luogo di aggregazione è il cortile dove si affacciano tutte le celle e dove quando piove o nevica le porte stanno “sigillate”.

 

STRUTTURA

La struttura è un vecchio convento risalente al XIV secolo ed è stato “adeguato” a casa circondariale verso il 1890. Ad oggi l’istituto penitenziario ospita una popolazione detentiva di sesso maschile anche se in passato erano presenti in bassa percentuale anche donne.

Una delle due aree è chiusa per inadeguatezza ambientale per cui l’unica area aperta risulta sovraffollata. Le camere si affacciano tutte nel  cortile interno dove si svolge gran parte della vita detentiva. Il cortile fa da passeggio, luogo di socializzazione, luogo dove celebrare le funzioni religiose. Infatti esso è dotato di bigliardino, tavoli e sedie e una tettoia antipioggia.

Le mura sono umide  e si sente il freddo che penetra nelle ossa.

L’unica stanza per i colloqui è piccolissima e senza finestre ma tuttavia è stato tolto il muro divisorio e quindi i detenuti possono effettuare il colloquio con i familiari senza nessun impedimento strutturale.

 

DETENUTI

Capienza regolamentare 16

Presenze 50, al momento della visita, novembre 2005

Tipologie:

1 tossicodipendente

50% stranieri 

 

STAFF

direttore: 1, dott Giuseppe Carrè  

polizia penitenziaria: 36 in organico, 3 distaccati.

comandante: Giuseppe Di Giovanni  

educatori realmente in servizio: nessuno  

medici: 1 medico di ruolo per 3-4 ore giornaliere escluso i festivi, 3 infermieri 

1 psichiatra in  convenzione

1 odontoiatra

1 medico chirurgo

per le prestazioni specialistiche sono esterne ed immediate

  

VOLONTARI:

1 cappellano e alcuni volontari della Caritas

 

CONDIZIONI MATERIALI

C’è un unico reparto, quindi mancano criteri di collocazione, anche perché risulta sovraffollato

numero di detenuti per cella: 6/8 per un totale di otto celle

solo tre docce per tutta la popolazione carceraria, accesso alle docce tre volte a settimana. 

orari ora d’aria  dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e dalle 13.30 alle 17.30    

 

SANITÀ

La  guardia medica  è attiva dalle ore 08.00 alle 20.00 escluso  festivi

Non vi  sono attrezzature specifiche  

I farmaci vengono somministrati regolarmente 

L’unico  tossicodipendente non viene trattato dal Ser.T. poiché non vi è una convenzione  

 

ATTIVITA’

Nessuna  

 

LAVORO

esclusivamente lavori domestici

  

FORMAZIONE PROFESSIONALE

corso di ceramica e computer

  

ISTRUZIONE

Corso di licenza elementare e  media 

  

CONTATTI CON L’ESTERNO

Colloqui: 1 ora a settimana 

Pacchi dei familiari: si fino a 5 kg e generi di facile controllo

Telefonate: 1 a settimana

 

 Stampa    Email

Se hai informazioni o notizie ulteriori mandacele usando il form che trovi qui sotto. Indica possibilmente a che titolo ne sei venuto a conoscenza (detenuto, operatore, volontario, etc.) e a quale periodo si riferiscono. Se vuoi lascia pure i tuoi recapiti.Le informazioni che ci invii non verranno rese pubbliche ma eventualmente andranno ad integrare la scheda di questo istituto. Grazie