Torna sul portale di Antigone.it

Istituto Psichiatrico Giudiziario di Napoli

ISTITUTO   
Nome Istituto Psichiatrico Giudiziario di Napoli
Tipologia Ospedale Psichiatrico Giudiziario
Indirizzo Via Roma verso Scampia, 350 – 80100 Napoli
Telefono e e-mail 081/7023082 – 7023609 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Dislocazione Extraurbana
Tribunale, Ufficio di Sorveglianza e UEPE di riferimento 1 Magistrato di Sorveglianza assegnato all'Istituto. 
Ufficio di Sorveglianza  e UEPE di riferimento: Napoli
NODI IDENTIFICATIVI E PROBLEMATICI
Analisi e sintesi dei caratteri essenziali e condizioni di vivibilità generale Nel 2011, la Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul SSN, in seguito a visite ispettive, effettuate a sorpresa negli O.p.g., denunciava le gravi carenze strutturali e igienico-sanitarie riscontrate in quasi tutto il territorio nazionale, con grave lesione dei diritti umani fondamentali delle persone ristrette. Nonostante la legge n.9 del 2012 abbia disposto la chiusura di questi Istituti, il D.L. n.52/2014 ne ha prorogato ulteriormente il termine utile, fino al 31 marzo 2015.
La situazione organizzativa riscontrata a Napoli al momento della visita, il numero di persone in entrata costante e la condizione ancora precaria delle Rems, hanno reso chiara l'impossibilità di una chiusura definitiva nei tempi previsti. 
L'ipotesi più accreditata in questo momento sembra essere quella dell'utilizzo transitorio di strutture pubbliche in sostituzione temporanea di quelle residenziali (c.d. "pre-Rems"). 
Le pre-Rems competenti e utilizzabili per tutta la Campania al 31.03.2015 sarebbero tre strutture site a Mondragone, Statigliano e Bisaccia, atte ad accogliere le nuove persone in entrata fino all'apertura delle Rems (fine maggio per S. Nicola Baronia e fine agosto per Calvi Risorta). 
Dal 31 marzo, dunque, l'O.P.G. di Napoli non dovrebbe accogliere ulteriori persone in entrata, ma mantenere come unico compito quello di dimettere gli internati rimasti. Quelli non ancora dimessi alla data di apertura delle Rems, vi confluiranno. 
Dubbi e interrogativi rimangono sulle modalità di gestione delle nuove entrate da parte del Magistrato di Sorveglianza.
STRUTTURA  
Anno di costruzione e di consegna La struttura è stata costruita agli inizi degli anni novanta ed è stata adibita ad O.P.G. nel 2008, dopo la chiusura dell’Ospedale di Napoli S. Eframo.
Tipologia della struttura  
Condizioni generali della struttura Essendo un edificio di recente costruzione, le condizioni manutentive generali risultano essere discrete.
Numero e tipologia di reparti e/o sezioni Sono presenti 4 sezioni disposte su due piani.
Condizioni generali delle celle Tutte le celle hanno il bagno interno, ma nessuno di questi reca la doccia - come prescritto dal Regolamento di Esecuzione dell’Ordinamento Penitenziario - la quale si trova all’esterno, nei corridoi di ogni sezione. 
Le finestre non possiedono schermature, ma le condizioni igieniche generali non sono sempre soddisfacenti.
Numero di detenuti per cella  
Tipologia, dimensioni, caratteristiche degli spazi comuni interni L’Istituto si compone di 40 stanze singole e di 20 stanze multiple.
Dimensioni e caratteristiche degli spazi comuni esterni Sono presenti una serra, in cui è possibile fare del giardinaggio, e un campo da calcetto.
Cucina La cucina è gestita da una ditta esterna e serve l’intera popolazione internata. Il vitto giornaliero è di circa 6 euro (3,82 di materiale e 2,56 di servizio).
Sezioni detentive o spazi comuni attualmente non sono in uso ND
DETENUTI  
Numero al momento della visita 84
Capienza regolamentare 100
Caratteristiche della popolazione detenuta  
Donne (e donne con bambini)  
Stranieri 8
Nazionalità più presente in istituto  
Transessuali  
Alta sicurezza  
41 bis  
Collaboratori di giustizia  
Giovani adulti  
Art. 21, 1
Semiliberi  
“In Osservazione”  
Isolamento  
Altro Internati ex art. 222 C.P.: 12
Internati ex art. 206 C.P. (m.s.d. provv. in O.P.G.): 23
Det. ex art. 148 C.P.: 6
Internati ex art. 219 C.P.: 6 
Internati ex art.206  C.P. (in C.C.C.): 21
Cond. min. psich.: 13
Giu.li in osserv. Psich.: 2
Def.vi in Oss. Psich: 1
Int./Det. in licenza finale di esperimento: 30

Progetti Personalizzati
Al 03 marzo erano presenti 89 persone, dieci delle quali fuori bacino. Di queste 79 persone, 52 sono campane, 22 laziali, 4 abruzzesi e 1 molisano. 55 internati hanno progetti personalizzati, ma solo in 29 sono in uscita, presso strutture atte ad accoglierle. Le famiglie, interpellate su una possibile, eventuale, accoglienza, non si sono rese disponibili.

ASL NA1
18  al 03.03.2015
Di queste persone, 3 sono destinate alle Rems, 7 alle articolazioni sanitarie negli istituti di pena e altri in uscita.

STAFF  
Direttore Dott. Carlo Brunetti
Vicedirettori  
Polizia penitenziaria Sono presenti 69 agenti su 118 unità previste dalla Pianta Organica.
Comandante D.ssa Carmela Finestra
Educatori 3 educatori sono effettivamente in servizio su 4 unità previste dalla Pianta Organica.
Assistenti sociali assegnati  
Medici, infermieri e OSS Incaricati: 4 + 1 mensilmente in distacco nel Centro Penitenziario di Secondigliano 
Siass (continuità assistenziale): 5
Guardia medica: h24
Psichiatri: 2 +1 per due volte a settimana. Gli Psichiatri non sono presenti dopo tali orari e nei giorni festivi, che rimangono coperti solo dalla guardia medica.
Responsabile area sanitaria Dott. Michele Pennino
Altro personale  
Volontari Ammessi in art. 17:4;
Ammessi in art. 78: 12.
EVENTI CRITICI   
Negli ultimi 3 anni  
Autolesionismo 114
Suicidi 3
Esiste un “Protocollo di prevenzione del rischio suicidario in Istituto” così come richiesto dall’OMS e dal Dap?  
Evasioni  
Scioperi della fame 25
Rivolte  
Altro Ricoveri in Ospedale: 15 
Infortuni accidentali: 34
Danneggiamento beni Amministrazione: 15
Incendio: 10 
Infortunio Pol. Pen.:  5
Rinvenimento sostanze: 1
Decessi causa naturale: 1 
Rifiuto terapia: 1
Norme Penali: 7
Aggressioni: 78
3 suicidi sono avvenuti in 9 mesi. L’ultimo a febbraio 2014. L’uomo impiccatosi era ristretto in misura di sicurezza provvisoria dal 2012 per porto di coltello

Dal 01.06.2014 al 30.03.2015
Aggressioni: 32
Tentati suicidi: 3
Autolesionismo: 20
Danneggiamento beni Amministrazione:14
Infortunio accidentale: 19
Invio urgente Ospedale:1
Violazione norme penali:17
Manifestazioni di protesta:2

SANITÀ   
Adeguatezza delle strutture e delle attrezzature, del servizio e dell’assistenza Tempi di accesso alle visite: 15 giorni circa 
Le analisi cliniche vengono effettuate all'arrivo e in caso di necessità di martedì e di giovedì. I risultati vengono restituiti nel giro di una decina di giorni. 
Numero medici, infermieri e OSS Incaricati: 4 + 1 mensilmente in distacco nel Centro Penitenziario di Secondigliano 
Siass (continuità assistenziale): 5
Guardia medica: h24
Psichiatri: 2 +1 per due volte a settimana. Gli Psichiatri non sono presenti dopo tali orari e nei giorni festivi, che rimangono coperti solo dalla guardia medica.
Responsabile area sanitaria Dott. Michele Pennino
Principali prestazioni sanitarie garantite all’interno dell’istituto Visite Specialistiche
Psicologia, Dermatologia, Infettivologia, Oculistica, Psichiatria, Urologia, Cardiologia
Accesso alle diete Possibilità di accesso alle diete Ipocaloriche, Ipercaloriche ed Epatologiche
Possibilità reali di terapie odontoiatriche e oculistiche;  
Uso/abuso di farmaci e livello di comunicazione dell’esito delle analisi effettuate e di informazione sugli effetti dei farmaci somministrati.  
Cartella clinica informatizzata No
Situazione tossicodipendenze  
Situazione patologie psichiatriche  
Situazione detenuti disabili  
LAVORO  
Numero medio di lavoranti 12
Tipi di lavori:  
Interni Addetti ai servizi d’istituto: 9
Impiegati nella locale MOF: 2
esterni 1 in articolo 21
Modalità di accesso al lavoro e turnazione. Esiste una graduatoria e una turnazione effettuata in base alla permanenza in Istituto, alla presenza di figli, alla situazione personale e sanitaria.
Numero di ore retribuite sul totale del lavoro prestato.  
Budget annuale per mercedi.  
Presenza di iniziative per la possibilità di sbocchi per il reinserimento lavorativo per i dimittendi.  
FORMAZIONE PROFESSIONALE  
Numero e tipologia di corsi e numero di partecipanti ad ogni corso Esiste un Corso regionali di inclusione sociale: giardinaggio. 
ISTRUZIONE  
Numero di corsi divisi per livello Licenza media presso il Centro territoriale permanente. Dal lunedì al venerdì, dalle 9,00 alle 11,00 e dalle 13,00 alle 15,00.
Media frequentanti per livello di scuola Tra la Scuola Media e gli altri corsi scolastici l'iscrizione media è di 30/40 persone. Solo due hanno conseguito il diploma.

Laboratori extra curriculari: 
Corso di informatica; Corso di alfabetizzazione per stranieri; Attività motoria; Sportello di aiuto sociale; Biblioteca; Musicarte; Proiezione film; Karaoke; Laboratorio teatrale; Laboratorio musicale; Calcetto; Giardinaggio

Gruppo riabilitazione GESCO ERA COOP
Dal lunedì al sabato, dalle 9,30 alle 11,00 e dalle 13,00 alle 15,00
Uscita perimetrale, Lettura quotidiano, Accoglienza gestione attesa barbiere, Laboratorio Mosaico, Laboratorio “Andiamo al cinema”, Restauro, Laboratorio Corpo e Musica, Laboratorio Restauro, Laboratorio “Oltre il muro”, Laboratorio “Una vita a colori”, Tennis tavolo, Laboratorio “Penso dunque sono”, Musicoterapia, Tecniche di rilassamento, Laboratorio Cartapesta. 

QUOTIDIANITA’ DETENTIVA E “SORVEGLIANZA DINAMICA”
Regime detentivo sezione per sezione  
Ore trascorse fuori dalla sezione detentiva Istituto utilizza il sistema “a celle aperte”, di cui beneficiano tutti gli internati. Questi ultimi possono rimanere fuori dalle camerate per circa 10 ore al giorno, con esclusione del momento dei pasti e della conta numerica. Durante queste ore possono usufruire degli spazi aperti e dei locali riservati ad attività creative (palestra, biblioteca, teatro, sala multifunzionale, aule scolastiche).
Spazi di socialità all’interno della sezione  
E’ prevista una sala mensa/refettorio dove consumare i pasti in comune  
Presenza di una “sala regia” collegata con un sistema di videosorveglianza interno.  
Presenza di particolari supporti tecnologici che limitano/sostituiscono compiti tradizionalmente affidati al personale  
Particolari disposizioni poste in essere dalla direzione dell’istituto per regolamentare l’apertura delle celle  
Opinioni degli operatori circa l’applicazione della “sorveglianza dinamica”  
CONTATTI CON L’ESTERNO  
Colloqui: orari e giorni Si svolgono di martedì e venerdì, dalle 09,00 alle 14,00. Senza prenotazione.
Stima dei tempi accesso al colloquio  
È presente il bancone divisorio? No. Grazie ad una donazione della Fondazione Banco di Napoli e ad un’idea di un’ex volontaria ex art.78, è stato creato un progetto sulla genitorialità e una sala per gli incontri familiari riservata ai bambini.
Telefonate: quante e durata reale. È previsto l’uso della scheda telefonica? E’ previsto il servizio di colloqui a distanza via Skype o simili? Dieci minuti per 4 volte al mese. Non è previsto l’uso della scheda telefonica. 
   
Data della visita: 30-mar-15

 Stampa    Email

Se hai informazioni da inviarci o richieste puoi registrarti al sito e compilare il form.
Registrati e torna su questa pagina. Grazie.