Lavorano 80.000 minori migranti, Metropoli, 21/12/07

Lavorano 80.000 minori migranti

Lo studio Ires Cgil e Save the children

ROMA – Sono tra i 480.000 e i 500.000 i minori di quindici anni che lavorano in Italia e di questi circa 70-80.000 sono migranti, stranieri.
E' questo il dato più eclatante del rapporto Ires-Cgil e Save the Children presentato stamane in Cgil dal presidente dell'Ires Agostino Megale e dal direttore generale di Save, Valerio Neri. Nel mondo - dice il rapporto - sarebbero 191 milioni i minori con meno di quindici anni economicamente attivi, di cui 165 milioni coinvolti in situazioni di lavoro minorile vero e proprio e 75 milioni nelle forme peggiori di sfruttamento: ben 8,4 milioni addirittura vivono in condizioni di schiavitù. La ricerca, "Minori al lavoro. Il caso dei minori migranti", consta di approfondimenti sulla situazione dei minori stranieri che vivono nel nostro paese che sono appunto tra i 70 e gli 80 mila. "Tra i prossimi obiettivi istituzionali promossi anche dalle parti sociali emerge la proposta di attivare un monitoraggio sul tema, coordinato dall'Istat e finalizzato a superare - ha spiegato Megale - l'incertezza sul dimensionamento del fenomeno; questo è anche previsto nella nuova edizione della 'Carta di impegni per promuovere i diritti dell'infanzia e l'adolescenza ed eliminare lo sfruttamento del lavoro minorilè che sarà varata nel 2008, a dieci anni dalla prima". Insomma, il popolo dei migranti non solo partecipa alla produzione e al lavoro nel nostro paese, ma lo fa addirittura con 70-80 mila minori che, come i loro coetanei italiani, avrebbero tutto il sacrosanto diritto di andare a scuola, giocare, divertirsi invece che essere ridotti in quasi schiavitù.

(Agi)

Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Emergenza coronavirus

Scopri cosa stiamo facendo e come possiamo aiutarti

Pagina Coronavirus

BANNER rapporti precedenti

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione