27 febbraio 2010 - I diritti alzano la voce

Giardini pubblici di piazza S. Maria Liberatrice a Testaccio. Ore 9-13
Mercatino dell’usato solidale in via Laurentina 62. Ore 10-13
Centro anziani M.Testa - Municipio VII - via De Pisis 100-105. Ore 10-13
 
Sabato 27 febbraio 2010 verrà promossa una giornata di mobilitazione nazionale in favore dei diritti sociali. L’obiettivo è quello di riportare con forza al centro dell’agenda politica nazionale i temi dei diritti e del welfare. Occorre far presente alle istituzioni e all’opinione pubblica che dobbiamo tornare ad investire nello “sviluppo per tutti” e nella costruzione di una società più solidale, più giusta, meno insicura, meno impaurita. Ad organizzare questa iniziativa  è  un nutrito cartello di organismi ed associazioni del terzo settore della tua città.E’ stato prodotto un documento sulla crisi economica che contiene idee e proposte per rispondere a questa crisi economica che ha drammaticamente aumentato il livello di povertà del Paese. Otto milioni sono gli italiani considerati poveri (quart’ultimo posto in Europa). Due milioni di italiani sono disoccupati. Mezzo milione di contratti precari non sono stati rinnovati. Un giovane su quattro cerca lavoro senza trovarlo. Solo un disoccupato su tre ottiene in Italia  una indennità di disoccupazione.
A Roma è previsto un appuntamento al Testaccio, presso il mercato rionale  e con uno stand nei giardini di Piazza S. Maria Liberatrice a partire dalle ore 9,00, dove raccoglieremo le firme sulla proposta in 10 punti “Per un’Italia civile”, faremo animazione sociale e volantinaggio (sarà presente anche un gruppo di clown per i più piccoli).
Altre iniziative di diffusione  sono in programma nella capitale. Dalle ore 10 alle 13 durante il Mercatino dell’usato solidale della Comunità Emmaus a via del casale di Merode,8 (zona Piazza dei navigatori) e via Laurentina 62; l’Auser di Roma organizza presso il centro anziani Michele testa di via De Pisis 100-105 (angolo via di Tor Sapienza, Municipio VII, ore 10-13) la proiezione del film “Per chi suona la campanella” che racconta una esperienza di solidarietà intergenerazionale in un paesino della Calabria.
Ti chiediamo di aderire all’iniziativa mobilitando la tua associazione/cooperativa/etc oppure i tuoi amici a diffondere i contenuti della giornata e a partecipare agli eventi.

Per ottenere ogni informazione, materiali e documenti sulla giornata puoi consultare il sito www.idirittialzanolavoce.org.
Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Emergenza coronavirus

Scopri cosa stiamo facendo e come possiamo aiutarti

Pagina Coronavirus

BANNER rapporti precedenti

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione