web

statistics
Il ministro Ferrero: "Non faremo decreto flussi per il 2007", stranierinitalia.it, 20/9/06

Il ministro Ferrero: "Non faremo decreto flussi per il 2007", stranierinitalia.it, 20/9/06

Entrare in Italia
Il ministro Ferrero: "Non faremo decreto flussi per il 2007"
"Sarebbe molto difficile da gestire con l'accavallamento di quello del 2006. Flussi 2006: nulla-osta entro marzo 2007"

 

ROMA - "Non saremo in grado di fare un decreto flussi nel 2007, perché sarebbe molto difficile da gestire con l'accavallamento di quello del 2006" e con i lavoratori stagionali.

Lo ha detto il ministro della Solidarietà Sociale, Paolo Ferrero alla commissione Lavoro della Camera.

"Anche per questo bisogna porsi il problema di modificare la legge in tempi rapidi", ha aggiunto il ministro, spiegando che non si può dare risposte dopo un anno al datore di lavoro che cerca un dipendente, o a ad una famiglia che ha bisogno di una badante.

Ferrero ha spiegato che oggi in Italia ci sono circa 700 mila immigrati clandestini, "un numero molto alto", che non rappresenta un "incidente di percorso", ma è il prodotto della legge attuale, che impedisce l'incontro tra "domanda e offerta di lavoro".

Il ministro ha anche ricordato che dopo il primo decreto flussi ci si è trovati con un "surplus" di 350 mila immigrati: per il nuovo decreto ci vorrà ancora qualche giorno, "stiamo lavorando", ma per il rilascio del nulla osta ci vorranno tra i tre i sei mesi.

Per ovviare tempi così lunghi, con il ministro Amato, abbiamo chiesto agli uomini della Finanza di mettere degli uomini presso gli Sportelli Unici, e poi stiamo per chiudere un protocollo d'intesa con i patronati, per decentrare una parte della procedura, che gratuitamente faranno una parte del lavoro (non quello di competenza della Prefettura). Tutto questo, in modo da avere una risposta entro il massimo del marzo 2007, per le domande presentate nel marzo di quest'anno".

Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione