Il centrodestra attacca il Governo: politiche inadeguate, stranierintalia.it, 19/12/06

Emergenza clandestini
Il centrodestra attacca il Governo: politiche inadeguate
Sotto accusa gli sbarchi delle ultime ore in Sicilia

ROMA - Nuove polemiche del centrodestra verso l'operato del Governo sulla gestione dell'immigrazione clandestina in Italia.

L'ultimo sbarco di clandestini sulle coste siciliane (oltre 600 immigrati in un poche ore), uno dei numericamente più consistenti mai registrati sull'isola, ha riacceso le polemiche nel centrodestra, che accusa il Governo di fare una politica che favorisce gli ingressi illegali in Italia.

"E' irresponsabile la politica del governo in materia di immigrazione. Gli sbarchi di oggi sono il risultato degli annunci stravaganti da parte dei ministri, della caccia al voto degli immigrati e della ricerca di ogni possibile diavoleria per favorire gli ingressi" spiega il leghista Roberto Cota. "Il governo usa solo la politica del sì. In un momento come questo, invece, su un tema delicato come l'immigrazione, bisogna saper dire dei no motivati".

Duro anche il senatore Alfredo Mantovano sul maxisbarco di oggi a Licata: "Grazie alle sanatorie realizzate e a quelle annunciate e ai relativi tam tam fra i tour operator dei traffici di clandestini, l' Italia si conferma sempre di più meta privilegiata per raggiungere senza regole l' Europa". "In un colpo solo - spiega Mantovano - 648 clandestini non erano mai sbarcati sulle coste siciliane. Nelle varie e inutili audizioni in Parlamento, il ministro Amato aveva giustificato il gran numero di arrivi di irregolari a partire da luglio con l' estate e con le sue favorevoli condizioni meteorologiche. Era una stupidaggine - sottolinea - perché l' incremento di clandestini sbarcati in Sicilia e isole minori, nei mesi di luglio e agosto 2006 aveva superato del 40% il tetto dello stesso bimestre 2005".

Secondo Maurizio Gasparri, dell'esecutivo di An, con l'episodio di oggi "siamo alla bancarotta della sicurezza, l'ennesimo sbarco dimostra che i messaggi di arrendevolezza partiti dal nostro governo incoraggiano i trafficanti di clandestini. Sanatorie in serie, annunci da parte di troppi Ministri, compreso Amato, della possibilità che chi entra in Italia non sarà mai allontanato, stanno producendo conseguenze disastrose".

Commenti duri anche dal partito di Silvio Berlusconi.
"Siamo diventati il colabrodo d'Europa" - afferma Isabella Bertolini di Forza Italia. "Questo - aggiunge - è il risultato della politica delle sanatorie selvagge perseguita da questo Governo. La delirante politica dei Ministri del governo della sinistra ha scatenato l'assalto di migliaia di disperati al nostro Paese. Il governo Prodi sta devastando l'Italia. Chi non è in grado di governare se ne deve andare".

Per Jole Santelli, responsabile immigrazione di Forza Italia "le promesse del governo hanno trasformato l'Italia nella terra promessa di trafficanti e clandestini". "Mentre la Bossi-Fini combatte con fermezza l'immigrazione clandestina - secondo Santelli - l'annuncio, da parte del governo Prodi di volere modificare l'attuale legge ha fatto sì che gli sbarchi aumentassero portando le condizioni dei centri di permanenza temporanea "al limite della catastrofe". "La politica di questo governo sull'immigrazione? Non esiste - conclude Santelli - quello che più stupisce è il silenzio del ministro dell'Interno".

Stefano Camilloni

Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Emergenza coronavirus

Scopri cosa stiamo facendo e come possiamo aiutarti

Pagina Coronavirus

BANNER rapporti precedenti

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione