Free cookie consent management tool by TermsFeed Policy Generator Norma anti rave. Il pericolo è un'ampia repressione del dissenso e delle libertà costituzionalmente garantite

Norma anti rave. Il pericolo è un'ampia repressione del dissenso e delle libertà costituzionalmente garantite

242501569 132096292489507 2785820700933617546 nLa norma penale introdotta per contrastare i rave party assomiglia ad una norma in bianco, una fattispecie non tassativa e non ispirata a principi di necessità, offensività e proporzionalità, che è ciò che dovrebbe invece accadere all'interno di un diritto penale di impronta liberale.
Ciò che si può ravvisare è una delega totale alle forze di Polizia che, sul campo, dovranno decidere se c'è violazione della norma o meno. Una discrezionalità ampia e pericolosa, perché ampie e pericolose sono le fattispecie che potrebbero finire sotto l'ombrello del nuovo articolo 434-bis: dall'occupazione di fabbriche da parte dei lavoratori a rischio licenziamento, a quello delle scuole superiori o università che i collettivi di giovani studenti organizzano per richiamare l'attenzione sulle problematiche che riguardano il mondo dell'istruzione.  

Le norma penali spesso vivono al di là delle intenzioni di chi la scrive e, se anche le intenzioni del governo fossero state realmente riferite alla sola fattispecie che riguarda i rave party, una norma così scritta porta invece alla criminalizzazione del dissenso e il restringimento dello spazio civico e democratico attraverso una serie di pene spropositate, comprimendo irragionevolmente le libertà di associazione, riunione e opinione, costituzionalmente tutelate. 

Inoltre, semmai dovesse essere se mai applicata, potrebbe portare all'ingolfamento di tribunali e ad accentuare il sovraffollamento penitenziario. Avremmo bisogno di ulteriori migliaia di posti nel sistema carcerario, con dei costi umani e economici intollerabili. Da spiegare ai cittadini quando si dice che si vuole ridurre il peso fiscale.

Iscriviti alla newsletter
Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Il carcere visto da dentro

Dona il 5x1000
AntigoneCinquePerMille

Sostieni Antigone
con una donazione